Makerfaire Rome 2014 – Megabreadboard

Eccomi a parlarvi della Makerfaire di Roma, appena conclusa che ci ha non poco stressato sia per la preparazione che per la partecipazione!

Il Fab Lab di Trieste era presente nella zona dei FabLab (in una posizione decisamente defilata che ha causato infatti molte polemiche) mentre io e Federico siamo stati assegnati alla zona kids che di contro di trovava in prima fila poco dopo l’ingresso principale. Forse quello che ha caratterizzato maggiormente questa edizione della fiera è stata proprio la dispersività, ma non è il momento di polemiche o considerazione, ho promesso a varie persone che si sono fermate al mio stand di pubblicare la lista di tutti i riferimenti riguardanti i progetti che avevamo esposto, e quindi eccoci.

Esapode

Il nostro insettino camminatore è il successore di alcuni già apparsi su thingiverse e su instructables

Potete scaricare gli stl da thingiverse a questo link, vanno aggiunti poi 3 micro servomotori 9G e dipendendo dal tipo di motori acquistati puo’ esser necessario utilizzare una doppia alimentazione.
Ho scoperto proprio oggi poi che a Taipei ne hanno realizzato un piccolo esercito proprio per un workshop di programmazione (mi sento schifosamente orgogliosa!)

 NewImage

Megabreadboard

Prima di tutto il software, la versione base del software che utilizzavamo si chiama Scratch ed è stato sviluppato dall’MIT nell’ambito di un programma che si chiama Lifelong Kindergarten. La versione che usavamo noi si chiama S4A e permette di comandare alcuni dei pin di Arduino mantenendo la stessa interfaccia estremamente semplice. Ne esiste una terza versione dal nome Snap4Arduino che supporta molte più schede e in maniera molto più completa e ha la possibilità di scrivere programmi estremamente più complessi.

La breadboard in sè consiste di una base metallica su cui i magneti possano aderire isolata poi con della plastica adesiva. Su questa ho incollato il nastro di rame saldandoci poi i cavi che portano a degli header da inserire sulla scheda Arduino. IMG 8679

La parte superiore poi è stata realizzata con il taglio laser, aggiungerò i files dxf quanto prima.

IMG 8569

Passiamo ai componenti, che sono un po’ la nota dolente perchè vanno migliorati sicuramente per renderlo veramente adatto ai bambini. La versione grande usava magneti 1x1cm con foro svasato (presi da Italfit Magneti, che consiglio anche per la rapidità nelle consegne), questi sono stati avvitati con viti m3 da 6mm su un capocorda che ho crimpato al cavo. Il cavo poi era saldato al componente con un pezzo di guaina termorestingente a proteggere il tutto alla fine.

La versione piccola usava magneti da 1×0.5cm e le viti in realtà non passavano correttamente nel foro “sbucando” troppo. Alla fine quindi le ho fermate con un rivetto e toccavano la pista sul “fianco”. Stesso procedimento poi per la crimpatura dei cavi.

IMG 8572

Il punto debole è stata la crimpatura, per motivi di forza fisica ho usato la morsa invece della crimpatrice e non hanno retto bene, staccandosi all’altezza dei magneti.

IMG 8673

La versione migliorata nella mia testa dovrebbe avere delle piccole scatoline realizzate con la stampante 3D che chiudano il magnete in modo da evitare che si attacchino tutti insieme e un metodo migliore per crimparli. Anche a livello dell’attacco dei terminali sul componente ho delle perplessità che alla lunga il tutto regga, forse una scatoletta che includa il componente o una mini breakout board che lo renda più facile da “inscatolare” potrebbe aiutare.

Sono aperta a qualsiasi consiglio, fatemi sapere se prendete in mano questo progetto per portarlo avanti e dove approdate :)

Photobooth

IMG 8735

Il codice per realizzarlo era stampigliato direttamente sul fianco della struttura, le foto sono state caricate qui.

 

This entry was posted in general. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>